Bookmark and Share
Pinuccio & Doni Around the
house
IMG1385

nikonf65

SRINAGAR la città presidiata - (2013) di Giovanni Camici

per info sul paese click sulla bandiera

Mercatogalleggiante17copia

FOTO

TORNA ALL'INDICE DEI DIARI

Viaggio di Giovani Camici

INDIA

SRINAGAR la città presidiata

di Giovanni Camici

 

Srinagar, città dello stato federato indiano del Jammu e Kashmir, situata sulle sponde del lago Dal a un’altitudine di 1730 m. sul livello del mare, distante da Delhi 876 km, con un clima subtropicale umido. Circondata dal versante Himalayano della catena montuosa del Pir Pachal, ha inverni freddi, con notti anche sotto lo zero, spesso le strade di collegamento con il resto del paese sono bloccate, causa frane. L’estate è calda intorno 30°C, la primavera è la stagione piovosa (circa 700 millimetri) e in autunno il clima è secco. Srinagar, il cui centro abitato si adagia lungo il fiume Jhelum, si dice esistesse già da 2000 anni, fondata dal re Pravarasena II; si sono alternati in questa città vari imperi, da quello Maurya, all’imperatore Ashoka, il quale portò il buddismo in questa zona, fino a essere dominata dall’imperatore Akbar, che da qui partì alla conquista del Kashmir, Afghanistan, Pakistan, fino all’India, passando poi questo territorio per ultimo al dominio britannico. In questa città attraversata da canali solcati da imbarcazioni carinamente addobbate chiamate Shikara, vi si trovano parcheggiate sul lago le House Boats, vere case galleggianti, però non adatte alla navigazione, la lingua ufficiale di questa regione è il khasmiri e l’urdu.

I luoghi più interessanti da visitare in questa città sono:

Jama Mashid, la grande moschea fondata nel 1385 dal sultano Sikander,

Madani Mashid, moschea con struttura di legno del periodo Timuride,

Hari Parbat, fortezza costruita dall’imperatore Aurangbez,

Pratap Singh Museum, situato nell’ex residenza estiva del maharaja, edificio sontuoso contenente reperti archeologi,

Shalimar Bagh e Nishat bagh, giardini Moghul,

Pir Dastgir Shrine, moschea datata intorno al 1600 uno dei più importanti edifici religiosi del Kashmir,

Shankaracharya hill, collina terminante con un tempio hindù, dal quale si gode un’ottima veduta della città.

La sicurezza instabile per gli scontri politici indipendentisti appoggiati dal Pakistan e religiosi tra induisti e mussulmani, fa di questa città e parte del Kashmir un presidio di forze massicce dell’esercito indiano.

Slide show

image1

Questa parte del sito è a vostra disposizione

inviateci le vostre foto e i diari di viaggio

pubblicheremo tutto su queste pagine

pinuccioedoni@pinuccioedoni.it

GRAZIE!!!

TORNA ALL'INDICE DEI DIARI

item11