Bookmark and Share
Pinuccio & Doni Around the
house
IMG1385

nikonf65

ISLANDA, Meraviglie della natura - (2009) di Antonio Sala

per info sul paese click sulla bandiera

item6
ISLANDAMeravigliedellanatura190R97623Pin

FOTO

TORNA ALL'INDICE DEI DIARI

Viaggio di Antonio Sala

ISLANDA

ISLANDA – MERAVIGLIE DELLA NATURA

 

L’Islanda è un’isola dove la natura da spettacoli mai visti con fenomeni geologici unici al mondo. E’ un’isola dal cuore molto caldo.

L’Islanda è lo Stato più occidentale del “Vecchio continente”. E’ stata la prima nazione europea ad eleggere una donna Capo di Stato nel 1983 ed è l’unico paese al mondo ad avere in Parlamento un partito di sole donne.

Fra i 330 ed il 325 a.C. il navigatore greco Pitea salpò da Marsiglia alla volta delle Colonne d’Ercole; si diresse quindi verso nord e trovò l’Isola di Thule (Islanda). Nel VI secolo d.C. arrivarono i monaci irlandesi che si resero conto che in inverno il sole non sorgeva mai. Dopo i monaci irlandesi ci fù la prima colonizzazione da parte dei “Vichinghi” norvegesi (870 – 930 d.C.).

Nel 1397/1400 arrivarono i danesi. L’indipendenza fu sancita nel 1918.

L’antica mitologia era popolata da numerose divinità. Odino era la divinità di rango più elevato. Il cristianesimo si diffuse intorno l’anno 1000. Oggi la maggior parte degli islandesi (circa il 95%) appartiene alla Chiesa Protestante Luterana.

Visitando l’Islanda ci si rende conto del singolare contrasto fra il freddo ed il caldo che qui convivono: infatti, troviamo vulcani e campi di lava; ghiacciai e fiumi glaciali; solfatare e geyser bollenti; cascate e fiordi. Il primo sorprendente impatto è dato dalla vastità quasi infinita dei paesaggi a cui si aggiunge l’assenza di alberi. Sull’isola gli astronauti simularono il loro viaggio sulla luna. Il 50% del territorio è rappresentato da altopiani privi di vegetazione; l’11% da campi lavici e sandur; il 12% da calotte glaciali.

Il nostro tour dell’isola è stato è stato fatto in senso orario e ci ha permesso di ammirare: Reykjavik (capitale) quindi, la Laguna blu (lago geotermico) molto spettacolare. Il Parco nazionale Thingvellir, la valle Borgarfjordur con le cascate Hiranfossar e Barnafossar. La penisola di Spaefellsnes grande ghiacciaio-vulcano famoso per il romanzo “Viaggio al centro della terra”. La vecchia fattoria, ora museo folkloristico, con costruzioni aventi pareti di torba, in località Glaumbaer. Akureyeri (Capitale del Nord) ove nei pressi si può ammirare la fantastica “Cascata degli Dei” (Godafoss). Quindi, il Lago Myvatn e nei pressi la zona dei crateri e solfatara. La Penisola di Tjornes appena sotto il circolo polare artico. La cascata più potente d’Europa (Dettifoss) e nella zona di Hofn il ghiacciaio più grande d’Europa (Vatnajokull). La “Laguna glaciale di Jokulsarlon nella quale abbiamo navigato alla presenza di molti iceberg galleggianti. Il promontorio di Dyrhholaey considerato il santuario degli uccelli marini (colonie di Puffin o Pulcinella di mare). Per terminare si è ammirato la Cascata d’Oro (Gullfoss), una delle più belle d’Islanda.

ISLANDAMeravigliedellanatura113R97370Pin

ISLANDA – ITINERARIO

 

1° giorno Volo per Keflavik in Islanda e trasferimento con Flybus a Reykjavik dove si pernotta per due notti.

 

2° giorno La giornata inizia con un’escursione alla rinomata Laguna Blu per un favoloso bagno geotermico caldo. Ritornati a Reykjavik si visita la città, includendo anche museo nazionale. Pomeriggio libero per visitare il centro vecchio.

 

3° giorno Al mattino partenza per l’interessante e spettacolare parco nazionale Thingvellir (Patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Proseguimento fra i vulcani e i ghiacciai sulla avventurosa pista interna della “Valle fredda”,Kaldidalur. Arrivo nella valle Borgarfjordur dove si visita la sorgente più potente del mondo e le pittoresche cascate Hraunfossar e Barnafossar.

 

4° giorno Giornata per effettuare il giro completo intorno alla penisola di Snaefellsjordur, con le sue colonie di uccelli marini, villaggi di pescatori e il grande ghiacciaio/ vulcano di Snaefellsokull, famoso per il romanzo “Viaggio al centro della terra” di Jules Verne. Sulla punta della penisola è stato creato ultimamente un nuovo parco nazionale.

 

5° giorno Attraverso una brughiera e floride zone agricole si arriva nella parte settentrionale dell’isola. Visita della vecchia fattoria, ora museo folkloristico, di Glaumbaer per apprezzare la vita nel passato. Arrivo nella capitale del nord, Akureyri, con visita di questa bella cittadina.

 

6° giorno Visita alla spettacolare cascata degli Dei, Godafoss. Arrivo poi nel villaggio di pescatori di Husavik, il centro più importante dell’isola per l’avvistamento delle balene. Navigazione per l’avvistamento di questi fantastici animali. E’ anche molto interessante visitare il museo dei cetacei. Arrivo poi nella zona del Lago Myvatn dove si pernotta per due notti. La giornata finisce con un favoloso bagno geotermico alle sorgenti naturali.

 

7° giorno Giornata intera nella zona protetta del lago Myvatn, visitando tutti i fenomeni naturalistici più interessanti del lago: crateri e vulcani dalle forme bizzarre, zolfatare bollenti,nonché il bel panorama del lago e dei suoi innumerevoli uccelli. La zona del lago è infatti una delle aree più interessanti del paese.

 

8° giorno Dopo aver effettuato un giro intorno alla penisola di Tjornes, situata appena sotto il circolo polare artico, si arriva al parco nazionale di Jokulsargljufur, dove si vedono la grandissima gola degli Dei, Asbyrgi e la cascata più potente d’Europa, Dettifoss. Proseguimento attraverso il magico altopiano verso la regione orientale, fino allo spettacolare fiordo Norofjordur.

 

9° giorno La strada segue i fantastici e caratteristici fiordi dell’est, attraversando piccoli villaggi di pescatori situati fra montagne spettacolari. Visita di un piccolo, ma molto originale, museo di minerali prima di arrivare nella zona di Hofn, con vista sul ghiacciaio più grande d’Europa, Vatnajokull.

 

10°giorno La prima sosta del giorno è la straordinaria laguna glaciale di Jokulsarlon dove si effettuerà una navigazione in battello fra gli spettacolari iceberg galleggianti sull’acqua azzurra. Sosta nel singolare parco nazionale di Skaftafell, situato sotto la cima più alta dell’isola, pria di attraversare estesi campi di lava. Si passa poi per il villaggio di Vik prima di risalire al grande promontorio di Dyrhòlaey, famoso santuario degli uccelli marini. Alla fine si ammireranno due magnifiche cascate, Skògafoss e Seljalandsfoss.

 

11°giorno Le visite di oggi sono di grande interesse: l’area geotermica del famoso Geyser, dove sorgenti eruttano dell’acqua bollente in aria e, nelle vicinanze la spettacolare Cascata d’oro,Gullfoss, forse la più bella dell’isola. L’itinerario termina a Reykjavik per l’ultimo pernottamento.

 

13°giorno rientro in Italia.

 

Antonio Sala

ISLANDAMeravigliedellanatura095R97306Pin

Slide show

image1

Questa parte del sito è a vostra disposizione

inviateci le vostre foto e i diari di viaggio

pubblicheremo tutto su queste pagine

pinuccioedoni@pinuccioedoni.it

GRAZIE!!!

TORNA ALL'INDICE DEI DIARI

iniziopagina