Bookmark and Share
Pinuccio & Doni Around the
house
IMG1385

nikonf65

LIBIA, Destinazione Akakus - (2009) di Antonio Sala

per info sul paese click sulla bandiera

item6a
Libia101R76210perPinuccio

FOTO

TORNA ALL'INDICE DEI DIARI

Viaggio di Antonio Sala

LIBIA

LIBIA – DESTINAZIONE AKAKUS

 

Complice l’embargo tolto solo di recente, la Libia ancora trascurata dal turismo di massa, nonostante sia un paese sicuro e non toccato dall’ondata violenta dell’integralismo islamico che ha travolto la vicina Algeria. Ha moltissimo da offrire: oltre al fascino del deserto, un ricchissimo patrimonio di pitture e graffiti rupestri, a ricordo di quando il Sahara era verde, l’architettura di terra delle sue citt oasi e rovine greco-romane fra le pi belle del Mediterraneo. Insomma ce n per tutti: per chi ama l’avventura e la natura selvaggia, ma anche per gli appassionati di storia, arte ed archeologia.

Sahara significa “grande vuoto” in lingua araba. Sicuramente un viaggio nel deserto sempre di grande bellezza, un viaggio impossibile da dimenticare, ma anche difficile da raccontare senza rischiare di cadere nei soliti luoghi comuni: “Magici tramonti”, “cieli trapuntati di stelle”,”dune spettacolari.

Nel deserto tutto il cosmo si riduce a pochi elementi. Il deserto rappresenta l’universo ridotto all’essenziale: la sabbia, il sole, le stelle di notte, il silenzio, il calore del giorno. Niente si frappone tra te e Dio, fra te e l’universo.

Il deserto non per coloro che provano l’angoscia del silenzio e della solitudine, che non sono capaci di ridurre al minimo i propri bisogni almeno per il breve intervallo di una vacanza, che si spaventano nel confrontare l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo, i tempi incommensurabili dell’universo e quelli minuscoli dell’uomo.

Si scopre un succedersi d’ orizzonti, un paesaggio mutevole e tutt’altro che monotono, dalle imponenti dune dell’erg alle piatte distese di ghiaia del reg, dagli strani profili dei pinnacoli di roccia erosi dal vento alla parabola sensuale e perfetta delle barcane, le dune mobili spinte dai venti dominanti. Poi irreali come improvvisi miraggi, le sorgenti, i laghi, le palme e le oasi, perfetti microcosmi dove l’uomo riuscito a vivere in equilibrio con l’inospitale deserto circostante.

Antonio Sala

Libia165R76360perPinuccio

Slide show

image1

Questa parte del sito a vostra disposizione

inviateci le vostre foto e i diari di viaggio

pubblicheremo tutto su queste pagine

pinuccioedoni@pinuccioedoni.it

GRAZIE!!!

TORNA ALL'INDICE DEI DIARI

iniziopagina